Concorso Nazionale di Poesia Premio Simone Cavarra – Premio Endas Il sogno è miele

Cerimonia premiazione Concorso Nazionale di Poesia Premio Simone Cavarra

RICORDARE SIMONE E’ TIRARE DA UN CASSETTO O DALLE PAGINE DI UN DIARIO UNA POESIA

Premio_simone_cavarra

Nell’elegante cornice dell’Antica Badia hotel relais  a Ragusa, si è svolta la Cerimonia di Premiazione della terza edizione del Concorso Nazionale di Poesia “Premio Simone Cavarra”, organizzato dall’Endas di Ragusa, con il patrocinio dell’Endas nazionale, della Regione Siciliana, della Provincia Regionale di Ragusa, del Comune di Ragusa, dell’Università di Catania – Facoltà di Lettere e Filosofia, del Centro Studi “Feliciano Rossitto”, della BAPR in collaborazione con il Lom di Ragusa della JCI Italy. Ha aperto i lavori la prof.ssa Margherita Verdirame, delegata dal Magnifico Rettore dell’Università di Catania, Prof. Antonino Recca. La prof.ssa Veridrame, docente di lingua Italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia nonché Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, ha sottolineato l’importanza di promuovere e fare poesia intesa come modalità espressiva “pura” di ogni essere umano. La Cerimonia ha visto una eccezionale partecipazione di pubblico che ha partecipato all’evolversi della serata con grande attenzione, interesse ed empatia, manifestando calore nei confronti dei premiati delle varie categorie del Premio (suddiviso quest’anno in premio Tradizione e premio Endas). Grande apprezzamento per la valenza anche e soprattutto sociale del Premio e per lo svolgimento della serata è stato espresso dalla Prof.ssa Verdirame che al suo rientro a Catania relazionerà al Magnifico Rettore in merito all’iniziativa e a possibili margini di una collaborazione futura sempre più fattiva. Presenti anche il Presidente della provincia Regionale, On. ing. G. Franco Antoci, l’Ass. allo Sport e al Tempo Libero, Giuseppe Cilia e l’Ass. alla P.I.del Comune di Ragusa Elisa Marino, Enti sostenitori del Premio sin dalla prima edizione. Pregevole il lavoro di studio e selezione dei numerosissimi elaborati, pervenuti da tutta Italia, svolto dalla Giuria; simpatica la partecipazione di un gran numero di concorrenti del premio che hanno voluto essere presenti. Grande commozione da parte dei premiati giunti da diverse città della provincia di Ragusa, dell’agrigentino e del siracusano. Nel corso della serata sono stati comunicati i nominativi dei vincitori delle varie sezioni ed è stato consegnato loro il relativo premio in danaro. A tutti i partecipanti è stato consegnato un attestato di partecipazione. La Cerimonia ha visto anche la consegna di una targa alla giovane Maria Licitra, studentessa del Magistrale di Ragusa selezionata dal collegio Docenti (di quella che a suo tempo è stata la scuola frequentata da Simone), vincitrice della Borsa di Studio che annualmente la famiglia Cavarra attribuisce allo/a studente/ssa eccellente della scuola. Corali gli apprezzamenti manifestati da tutti i presenti nei confronti del premio e della serata di premiazione. Unanime la sensazione che, all’interno del vasto panorama di concorsi letterari, il Concorso Nazionale “Simone Cavarra” miri a sensibilizzare un sempre più vasto pubblico, ed in particolare i giovani, all’amore per la poesia, a far sì che la parola scritta diventi forma piena di comunicazione, diversamente da quanto accaduto a Simone, alla cui memoria il Premio è dedicato. Tanti sono infatti i giovani, e non solo, che scelgono la parola scritta o Internet per comunicare il proprio “mal de vivre”, la “diversità” esistenziale, la difficoltà a relazionarsi con una società che corre ad altre velocità. Il Premio “Simone Cavarra” in questi anni ha voluto sì promuovere la poesia e tirarla fuori dalle pagine di un diario, di un cassetto, ma ha soprattutto voluto dare un contributo sociale che sensibilizzasse quante più persone a questa problematica. Ricordare Simone e attribuire delle piccole borse di studio sono stati, nel corso di questi tre anni, il perno di questo. (s.g.)

I PREMIATI

PREMIO TRADIZIONE

SEZIONE B universitari

PRIMO CLASSIFICATO  Vito CATANIA (Ragusa)

SECONDO CLASSIFICATO Maria FERRANTINO (Menfi, Ag)

MENZIONE    Claudia DISTEFANO (Pedalino)

SEZIONE C Autori di volumi in versi (con almeno tre pubblicazioni all’attivo)

LA PRESENZA DEL VEDERE Adriano PADUA

PREMIO ENDAS

SEZIONE A poesia e società

PRIMO CLASSIFICATO  Angela DI PASQUALE (Chiaramonte)

MENZIONE    Giada LICITRA (Santa Croce)

MENZIONE    Giuseppe BLANDINO (Rosolini, Sr)

SEZIONE D poesia e dialetto

PRIMO CLASSIFICATO  Giovanna VINDIGNI (Ragusa)

EX EQUO    Ignazia IEMMOLO (Rosolini)

EX EQUO    Giuseppe D’AVOLA (Ragusa)

SEZIONE E Endas libro

PRIMO CLASSIFICATO  IL SOGNO E’ MIELE di Antonella PIZZO (Rg)

MENZIONE    COME IL SALE COME LA MAREA di Dario TUMINO (Rg)

SEZIONE F poesia e giornalismo

MENZIONE    Lucia PAPALEO (Mantova)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...