Il mare verticale – un viaggio alla ricerca di Dio

Giorgio Saviane nasce a Castelfranco Veneto nel 1916 e muore nel dicembre del 2000 nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Maria Nuova di Firenze, dove era stato ricoverato per una bronchite. Avvocato di professione fu definito dalla critica “scrittore di idee” ed è noto al grosso pubblico per aver scritto il romanzo “Eutanasia di un amore” che vendette un milione di copie e da cui fu tratto l’omonimo film che ebbe grande successo. Il suo primo romanzo “ Le due folle” fu pubblicato nel 1957, l’ultimo “Voglio parlare con Dio” nel 1996 ed è un’opera di riflessione su Dio che Saviane scrisse subito dopo essere stato colpito da un ictus.

Ha scritto anche altri romanzi che qui, per brevità, non cito ma non posso fare a meno di ricordare “Il papa” pubblicato nel 1963, e più precisamente negli ultimi mesi di pontificato di Giovanni XXIII e poco prima della riforma avviata dal Concilio Vaticano II. Il libro fece molto discutere, fu definito “romanzo cattolico” ma provocatorio. Il romanzo corre sul filo dello scandalo, racconta, infatti, la storia di Claudio, un bambino che decide di farsi prete per paura del fuoco dell’inferno e non certo per amore di Dio. E poi ancora racconta di Claudio divenuto adulto, della sua vocazione, dell’ordinazione sacerdotale, della sua carriera ecclesiastica che lo porterà fino al soglio pontificio. Continua a leggere “Il mare verticale – un viaggio alla ricerca di Dio”