images-3

Maria ca passa ri sta strata nova

Maria ca passa ri sta strata nova
Na porta r’in firraru aperta era
“Oh bonu mastru cchi fai apertu astura?”
“Fazzu na cruci a tri puncienti ciova”
“ti pregu mastru nun la fari ora
Ca nova ti la pagu la mastrìa”
“bona donna chi cosa vuliti?
Unni cc’è Cristu cci mintunua a-mmia”
“unn’è lu figghiu amatu ri Maria?’”
“va iti sancu sancu e lu truvati”
Maria etta na uci e s’ammantinni
“ca tantu tiempu ti tinni a li minni
E ora ti viu a la cruci ca penni”
“Mamma biniricitimi e vatuvinni
Ca c’è na santa cruci ca  m’addifenni”
“e se l’acqua ri lu mari fussi uogghiu
Vardatici lu venniri a ma figghiu!

 

Maria che passa da una strada nuova
La porta di un fabbro aperta era
Oh buon maestro cosa fate aperto a quest’ora?
Faccio una croce con tre pungenti chiodi
Ti prego maestro non la fare ora
Che ti pago lo stesso la maestria
Buona donna cosa volete?
Al posto di Cristo ci mettono me.
Dov’è il figlio amato di Maria?
Seguite le macchie di sangue e lo troverete
Maria grida forte e poi ammutolisce
Per tanto tempo ti ho tenuto al seno
E ora ti vedo pendere da una croce
Mamma benedite e andatevene
Perché mi difende una santa croce
E se l’acqua del mare fosse olio
Vegliate il venerdì di mio figlio.

Traduzione mia