Tag

Per quelle strane vie, che a noi non è dato comprendere, e quegli strani percorsi internettiani che da una cosa letta passi a un’altra cosa, una cosa che non cercavi, che non immaginavi avresti cercato e poi trovato. Così oggi 12 luglio 2015,  da una poesia postata da Marco Saya tratta da “Le belle stagioni” di Franz Krauspenhaar, che molto mi è piacuta, tant’è che l’ho ribloggata, sono andata a cercare l’autore in rete per vedere se trovavo altre poesie dello stesso autore, e nel blog dell’autore leggo ciò che non sapevo. Sono fuori dal circuito letterario, mi collego a internet poco o nulla, e le notizie a me non arrivano.

Oggi 12 luglio 2015, esattamente due anni dopo, ho appreso con molto dispiacere della morte di Valter Binaghi avvenuta il 12 luglio 2013.

Il caro doctor Blue. Qui nel ricordo di Franz Krauspenhaar.

Di Valter, che ho conosciuto virtualmente e che stimavo come autore, posso dire che era una persona estremamente buona e gentile, sempre disponibile all’ascolto, una rara persona. Caro Valter, non l’ho ancora fatto ma leggerò il tuo dieci buoni motivi per essere cattolici (Di Valter Binaghi e Giulio Mozzi).

Riposa in pace Valter e da lassù, se puoi, fai qualcosa per noi.

In Paradiso ti accolgano gli angeli,
al tuo arrivo ti accolgano i martiri
e ti conducano nella Santa Gerusalemme.

Ti accolga il coro degli angeli
e con Lazzaro, povero in terra,
tu possa godere il riposo eterno, nel cielo

(dal Rito delle esequie)