Noi accerchiati, noi il centro
 e coloro che stanno equidistanti da quel punto
 la fossa, il precipizio, il punto
 da cui nulla sembra emergere
il punto che tutto assorbe
e in cui noi appuntiamo la nostra mente
 mentre l’anima perimetra le tracce che lasciamo
 qui e là dovunque
***
senza mai vederle

finché

E scorre il tempo, ora,
in fiati che è possibile filare
con cui fare lavoro
una veste da abitare insieme
nella dilatazione di noi stessi
ogni istante
tutti gli istanti.

Fernanda Ferraresso da qui

Annunci