MARTIGNACCO. E’ Antonella Pizzo di Ragusa la vincitrice della 5° edizione del Premio Internazionale Biennale di Poesia Femminile “Elsa Buiese”, promosso dal comitato Friulano Dars (Donna Arte Ricerca Sperimentazione) con il sostegno del Comune di Martignacco. Nel corso della cerimonia di premiazione, tenutasi nella Sala polivalente di Villa Ermacora di Martignacco (città natale della Buiese), i versi della Pizzo, tratti dalla raccolta “Il sogno è miele”, sono stati letti dall’attrice Rita Maffei. Alla serata, introdotta dalla presidente del Dars Isabella Deganis, hanno presenziato il sindaco di Martignacco Marco Zanor, l’assessore alla Cultura Gianni Nocent e la poeta Fiorenza Mormile, già Premio Buiese 2003. La cerimonia è stata aperta da due significativi interventi in omaggio a Elsa Buiese: quello della poeta Nelvia Di Monte con “Scoltant la to vôs – in ricordo di Elsa” e quello di Luciano Morandini, scrittore e poeta, con “Il viaggio”. Il premio assegnato alla scrittrice siciliana consiste nella pubblicazione del lavoro presentato, che entra a far parte della Collana “Quaderni di poesia” curata dalla scrittrice Marina Giovannelli del Dars, riprodotto in un prezioso volume con un’elegante copertina stampata a mano da Federico Santini. Questa la motivazione che ha spinto la giuria a scegliere il lavoro di Antonella Pizzo: «Poesia scabra, che nulla concede a sentimentalismi o tentazioni autoconsolatorie. Uno sguardo postumo registra l’ossimoro dell’esistenza, le cadute e la forza che sempre spinge a ricominciare, uno sguardo severo, a volte ironico, sempre attento però agli interstizi di bellezza. Se mancano risposte e persino domande possibili, restano comunque ‘un canto e un salmo’, resta la risorsa della parola o almeno l’attesa del suo dono». Segnalato dalla giuria l’elaborato “Non le perle ma il filo” della torinese Clara Serra, menzione speciale invece per “Temeraria lucerna” di Anna Elisa De Gregorio di Ancona. Le poete italiane che hanno aderito al bando sono state 61, 14 friulane. A selezionare la silloge vincente è stata la giuria composta dalle vincitrici delle passate edizioni Fiorenza Mormile e Loredana Magazzeni, oltre che da Isabella Deganis, Marina Giovannelli, Giulia Rinaldi, Antonella Sbuelz per il Dars, e da Marta Mauro, rappresentante del Comune di Martignacco. Il Premio di Poesia femminile biennale “Elsa Buiese” è nato dall’impegno del Comitato friulano Dars di Udine e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Martignacco, per onorare nel modo più consono la poeta di Ceresetto. Elsa Buiese è stata autrice straordinaria di sillogi poetiche e tra le sue maggiori raccolte ricordiamo “Incerte sono le parole” (1974), Antielegie per Tea” (1984) in italiano, e “Tasint peraulis smenteadis” (1978) e “Lapsus” (1983) in friulano.

Advertisements