si confusero i rami e la carne
le radici si fecero ossa
i pensieri induriti in corteccia
quando l’albero crebbe in riflesso
si capì la mutazione e l’eccesso

e per ali e per ali
e per vento e per vento
questo è il gioco
questo è l’ultimo evento

delle immagini aliene
che fanno spavento
delle mele che sanno d’aorte
delle facce e dei volti distorti

Annunci