Si scioglie il marmo
si modella la fronte
il naso arcuato, piega la foglia
ripiega il telo
i trucioli, le polveri, le scaglie
giunte le palme
prega la bocca in salmi bulino sfronda
flessa la forma
armo scalpello orma
fisso lo sguardo
s’impietra in pietra
l’attesa è uno scendere a patti
oppure morirne
slavarsi e dall’averno
tornare ancora a defluire

Annunci