diaspora

dove sono andata io, nessuno lo sa
sono scomparsa, evaporata
dispersa, sbriciolata, mi sono disciolta
sono persa eppure se mi guardo
ho sempre due gambe e due braccia
e ho seni e anche e piedi
ma la voce tace, il riso è muto, gli occhi
dormono
a volte è un canto che mi risveglia
mi meraviglia
un motivo antico o canzonetta
a volte è un fatto che raccontò mio padre
una battuta, un motto
ma è solo un guizzo, un battito di ciglia
ritorna poi il silenzio
la diaspora dolente

Annunci